EMDR

EMDR

Un approccio terapeutico per il trattamento di traumi e problematiche legate allo stress

cosa vuol dire emdr

COS’È L’EMDR

L’EMDR acronimo di Eye Movement Desensitization and Reprocessing (Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari) è un approccio terapeutico utilizzato per il trattamento del trauma e di problematiche legate allo stress traumatico.

Tale approccio si basa su un processo fisiologico spontaneo, legato all’elaborazione dell’informazione per facilitare nuovi apprendimenti. Durante il trattamento, infatti, le emozioni negative e le sensazioni fisiche si riducono di intensità, consentendo l’emergere di nuove consapevolezze spontanee.

Il trattamento EMDR si focalizza sul ricordo dell’esperienza dolorosa, utilizzando i movimenti oculari o altre forme di stimolazione alternata, per trattare i disturbi legati direttamente a esperienze traumatiche o particolarmente stressanti dal punto di vista emotivo.

Attraverso l’ EMDR i ricordi disturbanti perdono la loro carica emotiva negativa ed è stato dimostrato che la sua efficacia è indipendente dagli anni che sono trascorsi dall’evento doloroso. L’immagine cambia nei contenuti e nel modo in cui si presenta, i pensieri intrusivi in genere si attutiscono o spariscono, diventando più adattivi dal punto di vista terapeutico, riducendo d’intensità sia le emozioni che le sensazioni fisiche.
Grazie al trattamento EMDR il paziente ricorda l’evento, ma il contenuto diviene totalmente integrato in una nuova prospettiva.

A CHI SI RIVOLGE L’EMDR TERAPIA

L’EMDR è un trattamento particolarmente indicato per persone che:

  • hanno sperimentato traumi di varia entità durante l’età  dello sviluppo, i cui effetti perdurano ancora nel presente (esperienze di derisione, abbandono o minaccia di abbandono, violenze fisiche e/o verbali da parte di un genitore, abusi sessuali, etc…);
  • hanno vissuto un lutto, perdite finanziarie, conflitti coniugali, convivono con una malattia cronica, etc…;
  • sono sopravvissute o hanno assistito ad eventi traumatici estremi (terremoti,  inondazioni, incidenti gravi, suicidi, etc…)
  • lavorano a stretto contatto con il pericolo e con la morte o come le professioni costantemente esposte a situazioni altamente stressanti (soccorritori, medici in emergenza) che, anche se non vivono l’esperienza direttamente, ne subiscono tutti gli effetti (trauma vicariante).

L’Emdr è rivolto ad adulti, bambini ed adolescenti e può essere integrato in qualsiasi programma terapeutico aumentandone l’efficacia.

COSA ACCADE IN SEGUITO AD UN TRAUMA E COME AGISCE EMDR TERAPIA

A seguito di un evento traumatico, il nostro cervello ed il nostro organismo  possono subire una serie di reazioni di stress fisiologiche. Il nostro cervello è programmato per una risoluzione spontanea del malessere associato ai traumi. In condizioni di stress, può accadere che questo meccanismo naturale di auto-guarigione si blocchi, impedendo la naturale elaborazione del trauma; le informazioni relative all’evento traumatico non si integrano con il resto delle esperienze, rimanendo “intrappolate” nel cervello con immagini, suoni, odori, pensieri, emozioni e sensazioni corporee, vissute al momento dell’evento, congelandone l’elaborazione.

In questo modo l’esperienza non viene integrata e trasformata in un normale ricordo, mantenendo quindi latenti alcuni aspetti legati all’evento traumatico, che potranno pertanto riattivarsi in occasioni analoghe a quella vissuta.

L’EMDR, attraverso la stimolazione alternata, crea una migliore comunicazione tra gli emisferi cerebrali, ristabilendo l’innato processo neurofisiologico, bloccato in seguito all’evento traumatico.

emdr psicologia

COSA ACCADE DURANTE UNA SEDUTA EMDR

Durante la seduta EMDR il paziente è sempre cosciente e presente ed il terapeuta lo guida alla completa risoluzione dei sintomi attraverso la rielaborazione delle informazioni.

Con le sedute di EMDR i ricordi disturbanti legati all’evento traumatico perdono la loro carica emotiva negativa, il ricordo cambia nei contenuti e nel modo in cui si presenta e viene vissuto in modo distaccato, come fosse un “ricordo lontano”, non più disturbante dal punto di vista emotivo, registrando immediatamente una forte diminuzione delle emozioni e sensazioni corporee sgradevoli ad esso associate  e che generano sofferenza.

Diversi studi dimostrano come un trattamento Emdr può causare un cambiamento nella neurobiologia del corpo confermando l’associazione tra i risultati clinici di questa terapia e alcuni cambiamenti a livello delle strutture e del funzionamento cerebrale.

EFFICACIA DEL TRATTAMENTO

EMDR è oggi riconosciuto come metodo evidence based per il trattamento dei disturbi post traumatici e dei disturbi ad essi correlati; in particolare modo per il Disturbo Post Traumatico da stress.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, nell’agosto del 2013, ha definito L’ EMDR come trattamento d’eccellenza, riconoscendone l’efficacia per tutti i tipi di trauma: sia per il Disturbo Post Traumatico da Stress che per i traumi di minore entità.

Nel 2000, la Society for Traumatic Stress Studies lo ha inserito nelle sue linee guida come la terapia più supportata dalla ricerca per far elaborare il trauma psicologico.

Dott.ssa Luciana Rotundo

Email: lucianarotundo@gmail.com
Cellulare: 3463564290

 

Bibilografia

  • Francine Shapiro, “EMDR Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari” , Mc Graw Hill
  • Elena Simonetta“Esperienze traumatiche di vita in età evolutiva. EMDR come terapia”, Franco Angeli
  • Francine Shapiro “Lasciare il passato nel passato”, Astrolabio
  • Isabel Fernandez “ Traumi psicologici e ferite dell’anima- Il contributo della terapia con EMDR”,Liguori Editore
  • Ricky Greenwald “L’EMDR con bambini e adolescenti”, Astrolabio.

I commenti sono chiusi.