MINDFULNESS

Mindfulness

Cos’è la Mindfulness

cosa è la mindfulness

Mindfulness in inglese significa consapevolezza, ma è una consapevolezza particolare, che sorge “prestando attenzione in maniera intenzionale, al momento presente, in modo non giudicante”. (Jon Kabat-Zinn).

Mindfulness Jon Kabat-Zinn“Mindfulness means paying attention in a particular way: on purpose, in the present moment, and  nonjudgmentally.”

Mindfulnessè una qualità innata che può essere risvegliata e coltivata, aiutandoci a rimetterci in contatto con i nostri bisogni più profondi e a fare scelte più sane, equilibrate, fronteggiando così vari momenti di difficoltà e stress che la vita ci presenta.

Con il termine Mindfulness quindi si indica nello stesso tempo sia la pratica che mira a sviluppare la qualità di presenza mentale, di consapevolezza, che la consapevolezza stessa, frutto della pratica regolare.

Allenandoci ad essere sempre più consapevoli, in sempre più momenti della nostra vita, riacquistiamo la possibilità di scegliere, invece che reagire in maniera automatica, ed essere agiti da degli automatismi che si attivano quando siamo sotto stress, e riprendiamo la nostra vita e i nostri sensi, risvegliandoci alla pienezza dell’esperienza, così com’è.

Questa consapevolezza è precognitiva, precede i pensieri, i giudizi, quello che crediamo di sapere di noi stessi e del mondo, è intuitiva.
Per questo motivo non basta parlare di Mindfulness, non basta pensare, leggere o studiare per capire cos’è: va sperimentata.
Non è un’abilità cognitiva, ma una modalità di essere che è sostenuta da una attenzione non giudicante, non selettiva, nei confronti di se stessi e degli altri, momento dopo momento.

Come si pratica la Mindfulnesspratiche di consapevolezza

L’approccio della Mindfulness è basato sulla meditazione di consapevolezza, una delle principali tradizione meditative del buddhismo classico, che aiuta, appunto, a fermarsi nel qui e ora, vivendo l’esperienza del momento presente, qualsiasi essa sia, imparando ad accettarla (non a “rassegnarsi” ad essa!), e a farle spazio, senza cercare di cambiarla.

Come si apprende la Mindfulness: il programma MBSR

Il programma MBSR, Mindfulness-Based Stress Reduction, è un programma educativo, nel quale si apprende dalla propria esperienza, nato nel 1979 con Jon Kabat-Zinn, un biologo molecolare che, credendo profondamente nei benefici che questa pratica, è riuscito a portarla all’interno degli ospedali, affiancando la medicina tradizionale. Fondò così la Stress Reduction Clinic presso la Medical School dell’Università del Massachusetts: una clinica per la riduzione dello stress, dapprima per la gestione del dolore cronico, successivamente per ridurre tutte le forme di stress.
Da allora ad oggi più di 22mila persone l’hanno praticata e la ricerca scientifica risulta sempre più densa di prove a sostegno dell’efficacia in molti campi del benessere fisico e psicologico.

corsi di mindfulness

Prospettiva della Mindfulness

L’ESSENZA della Mindfulness è la gentilezza, la pratica conduce naturalmente a percepire esperienzialmente un senso di connessione con noi stessi e con gli altri. In un mondo in cui siamo sempre più connessi, ma allo stesso tempo più distanti e distratti, la pratica ci offre una possibilità di tornare a sentire, sentirci ed esserci.

Jon Kabat Zinn parla di Mindfulness e di Heartfulness (Mind=mente e Heart=cuore) come sinonimi, evidenziato la sua natura di contatto e di presenza, in relazione con noi stessi e con gli altri.
Parla anche di 7 pilastri della Mindfulness che ne pongono le base e le fondamenta: non giudizio dell’esperienza, coltivare la pazienza, coltivare la mente del principiante tornando a guardare le cose come se fosse la prima volta, coltivare fiducia, non cercare risultati, imparare ad accettare e a lasciar andare.

L’essenza della Mindfulness è quella di risvegliare una dimensione di vita che non sia solo ed esclusivamente legata al fare ma che contempli maggiormente la modalità dell’essere, per poter vivere momenti meno dipendenti dai meccanismi di risposta automatici ed impulsivi, ma ricchi di possibilità di scelta e di ascolto.

La Mindfulness non ha l’intento di indurre stati benefici, ma semplicemente induce a ripristinare la presenza consapevole nel proprio vivere così come avviene, imparando a starvi in relazione anziché ad allontanare costantemente ciò che non ci piace, e non lasciar andare ciò che invece ci piace.

Benefici della Mindfulness

A partire dai primi anni in cui il programma Mindfulness-based Stress Reduction è stato lanciato, sono stati effettuati sempre più studi per provarne gli effetti e l’efficacia.
Questo dimostra l’enorme impatto e l’importanza che tali pratiche hanno nel miglioramento di numerosi aspetti sia biologici che psicologici.

I benefici della Mindfulness

I risultati degli studi sugli effetti della pratica di Mindfulness, riportano che questa aumenta il tono parasimpatico (il sistema che induce calma e rilassatezza) diminuendo l’attivazione del sistema simpatico (collegato ad adrenalina e noradrenalina), così come una riduzione della secrezione di cortisolo (ormone dello “stress”), un aumento della serotonina e dei livelli notturni della melatonina.
Globalmente si assiste quindi ad un miglioramento della salute fisica e del sistema immunitario, insieme ad una diminuzione della frequenza respiratoria e cardiaca, e della pressione arteriosa.

Per quanto riguarda il benessere psicologico studi riportano un abbassamento dei livelli di ansia dopo l’aver partecipato alle 8 settimane di un programma MBSR, una aumentata percezione del benessere, un miglioramento nelle funzioni cognitive, una diminuzione dei livello di depressione, e una riduzione dell’assottigliamento corticale nell’invecchiamento. È stata riscontrata anche un’evidenza di miglioramento nel campo dei disturbi alimentari, delle dipendenze, nonché in una serie di altri ambiti che vanno dall’apprendimento, alle abilità di concentrazione, al miglioramento delle performance musicali, sportive, fino alla soddisfazione coniugale, nelle relazioni in generale, grazie all’aumento dell’empatia, e non ultime alle capacità di autoregolazione emotiva.

l programma MBSR ha rappresentato negli ultimi venti anni una delle frontiere di quell’area di ricerca medica e psicoterapeutica chiamata nel mondo anglosassone integrative medicine o mind-body medicine, la quale vede corpo e mente come un’unità che chiede di essere compresa senza rigide divisioni. Tale area si focalizza infatti nell’interazione tra il cervello, la mente, il corpo e il comportamento nonché le modalità in cui i fattori emotivi, mentali, sociali, spirituali possono direttamente avere un impatto sulla salute. E’ un approccio che enfatizza la possibilità di ognuno di noi di prendersi cura di sé stessi (self-care).

A chi sono rivolti i corsi di Mindfulness?
a chi sono rivolti i corsi di Mindfulness

“le campane della mindfulness suonano in particolare per chi soffre di mal di schiena, per chi si arrabbia tutti giorni, per chi mangia troppi cioccolatini, per chi sente di non valere nulla…” (G. Amedei)

I corsi Mindfulness sono rivolti a tutti coloro che vogliono affrontare “lo stress” o le difficoltà della vita in una modalità diversa, cercando di restare aperti all’esperienza in modo da poter imparare a scegliere come rispondere a ciò che accade anziché reagirvi automaticamente.

Ognuno di noi, nel proprio quotidiano, si trova a dover fronteggiare piccoli e grandi eventi che ci mettono alla prova, ci sfidano. La pratica di Mindfulness offre una possibilità di “vivere con” l’esperienza, invece che rifiutarla, fuggirla, o sentirsene schiacciati o desiderare sempre di essere in un posto diverso da quello in cui siamo, in un momento diverso, con relazioni diverse.

La pratica della consapevolezza ci insegna a non dare per scontato, ad aprire i nostri occhi, a risvegliarci al momento presente e a goderne.

“Spunta per noi solo quel giorno al cui sorgere siamo svegli” H. D. Thureau 

Gli ambiti di impiego della Mindfulness

Sono numerosi gli ambiti in cui oggi viene applicata la Mindfulness dalle aziende, alle scuole, allo sport, alla fertilità.

Mindfulness nelle aziende

Pratiche di Mindfulness portate nelle aziende evidenziano un aumento della produttività e del benessere sul lavoro, con miglioramento di qualità come la creatività, l’intuizione, la concentrazione, nonché un miglioramento nella gestione dello stress e delle dinamiche relazionali (team working).

Mindfulness nelle scuole

La Mindfulness e i bambiniUna sempre più crescente attenzione viene oggi rivolta alla Mindfulness nelle scuole sia per il benessere degli insegnanti che per i bambini e ragazzi. La prima premessa per lo sviluppo del bambino è la concentrazione. Il bambino che si concentra è immensamente felice.” Scriveva M. Montessori. A livello educativo, coltivare la consapevolezza è essenziale per lo sviluppo dell’attenzione, della comprensione ad un livello cognitivo ed emotivo per imparare un sano rapporto con se stessi e con gli altri bambini e adulti. I benefici apportati sarebbero molteplici, tanto che, nelle scuole statunitensi, in Inghilterra e in diversi paesi del nord Europa, la pratica della consapevolezza attraverso la respirazione è stata inserita nel programma didattico. Inoltre è uno strumento importante per gli insegnanti poiché il loro ruolo, nella scuola di oggi, è continuamente esposto al burn out e a numerosi stress dovuti a molteplici fattori.

 Mindfulness nello sport

mindfulness nello sportAnche nel campo dello sport e delle performance interventi basati sulla Mindfulness si sono rivelati di successo e utilizzati da numerosi campioni internazionali da LeBron James (Basket) a Novak Djokovic (Tennis). Infatti i benefici della pratica di Mindfulness in questo ambito vanno da una riduzione dello stress (legato sia alla competizione sia alla vita quotidiana), ad un’aumentata tolleranza e gestione del dolore legato per esempio ad infortuni anche attraverso una migliore consapevolezza del proprio corpo, ad un aumento della concertazione (basilare nelle performace), incida positivamente nel sonno e nei tempi di recupero e migliori la tolleranza alla fatica.

Mindfulness per la fertilità

Un ulteriore ambito di importante applicazione della pratica Mindfulness è Mindfulness per riuscire ad avere un figliolegato alla (in)fertilità. É ormai risaputo ed evidenziato scientificamente che il vivere anche temporaneamente la condizione di infertilità è legato a un altissimo livello di stress e questo, a sua volta, può contribuire a peggiorare una situazione di ridotta fertilità, instaurando un pericoloso circolo vizioso che, col tempo, può portare all’esaurimento delle proprie risorse psicofisiche, nella donna e nella coppia.
Indipendentemente da quale sia il primo fattore, cioè se venga prima l’uovo o la gallina (lo stress o la ridotta fertilità), ridurre lo stress è estremamente importante per migliorare le probabilità del concepimento. Proponiamo il corso in 8 settimane basato sulla mindfulness per riacquisire benessere e migliorare le probabilità di avere una gravidanza: il Programma Mindfulness per la Fertilità (PMF). Leggi anche “Volere un figlio. Il programma Mindfulness per la Fertilità” (Marina Ciampelli ed. Maddali Bruni, Firenze, 2017.).

 

 Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani, perciò oggi è il giorno giusto per amare, credere, fare e, principalmente, vivere.
(Dalai Lama)

Letture sulla mindfulness

I commenti sono chiusi.